domenica 2 settembre 2012

Budino del paradiso/Paradise Pudding


Budino del paradiso/Paradise Pudding

As I told you a few days ago, last week I took a little vacation and, as a first step, I spent four days at the Ferrara Buskers Festival, one of the most famous festival of street artists.
The heat was unbearable, but I spent four  funny days with old and new friends, wander around by bike through quiet streets, parks, exhibitions of Italian and foreign artists ...
In all this wandering, renamed for the occasion "vagabonding", we did not miss a relaxing and tasty stops in restaurants and diners!
The place that most won us over was the Osteria del Ghetto, which, as the name suggests, is situated in the Jewish ghetto.
Among the dishes we tried, all fresh and delicious, there are the cappellacci alla zucca (pumpkin ravioli), salama con purè ( a special sausage with mashed potatoes), pasta e fagioli (pasta and beans), tagliatelle al culatello (noodles with salted pork), faraona con ginepro e cannella (guinea-fowl with juniper and cinnamon).
Among the desserts, we were won over by the Paradise Pudding, a Sephardic Jewish sweet, and the kind Ms Paola told me a couple of secrets that accompanies the caramel pudding.
I immediately tried the recipe and it seems that everyone is inspired by the Roberta Anau and Elena Loewenthal book "Cooking Jewish". So I did it myself!
The result is really good, with a delicious smell of almonds, but the Osteria del Ghetto recipe was certainly different: a good excuse to go back and steal more secrets!
Today is the day dedicated to Jewish Culture, and although this cake is generally prepared for Easter holydays, it seems to me suitable to honor this day!

Come vi avevo anticipato qualche giorno fa, settimana scorsa mi sono presa una piccola vacanza e, come prima tappa, ho passato quattro giorni a Ferrara in occasione del Busker Festival, uno dei più famosi festival di artisti di strada.
Il caldo era veramente insopportabile, ma ho trascorso quattro giorni divertentissimi tra vecchi e nuovi amici, girovagare in bicicletta tra strade tranquille, parchi, esibizioni di artisti italiani e stranieri...
In tutto questo girovagare, per l'occasione rinominato "vagabonding", non ci siamo fatti mancare rilassanti e golose soste in ristoranti e trattorie!
Il posto che più ci ha conquistati è stata l'Osteria del Ghetto, che, come suggerisce il nome, si trova nell'antico ghetto ebraico.
Tra i piatti che abbiamo provato, tutti freschi e buonissimi, ci sono i cappellacci di zucca, la salama con il purè, la pasta e fagioli, le tagliatelle con il culatello, la faraona al ginepro e cannella.
Tra i dolci, siamo stati conquistati dal Budino del Paradiso, un dolce ebraico di origine sefardita, e la gentile sig.ra Paola mi ha rivelato un paio di segreti sul caramello che accompagna il budino.
Ho subito cercato la ricetta e pare che tutti si ispirino a quella contenuta nel libro di Roberta Anau e Elena Loewenthal "Cucina Ebraica". Così ho fatto anch'io!
Il risultato è davvero ottimo, con uno spiccato profumo di mandorle, ma la ricetta dell'Osteria del Ghetto era sicuramente diversa: un buon pretesto per tornarci e carpire altri segreti!!
Oggi è anche la giornata dedicata alla Cultura Ebraica e, sebbene questo dolce sia generalmente dedicato alle feste pasquali, mi sembra comunque adatto per omaggiare questa giornata!

Budino del paradiso/Paradise Pudding

 Ingredients for 8 puddings

1 1/2 cup sugar
3 cups blanched almonds
grated peel of 1 orange
2 cups orange juice
4 tablespoons passito wine (sweet wine)
8 eggs

For the caramel

1 cup sugar
4 tablespoons orange juice
a few drops of lemon

Prepare the caramel by putting in a heavy-bottomed saucepan all the ingredients and cook over low heat until the sugar has completely dissolved and has taken a brown color.
Pour the caramel on the bottom of the molds and set aside.
Preheat the oven to 180 degrees.
Blend the almonds with 2 tablespoons sugar until they are reduced to almost flour.
In a large bowl, beat the eggs with the remaining sugar, then add the orange juice and sweet wine. Finally add the chopped almonds.
Pour the mixture into molds and cover with a sheet of foil. Place the ramekins in a pan or in a baking dish and add enough water to a bain marie.
Bake for 45 minutes then remove the foil and continue cooking for another 25 minutes.

Remove from the oven and let completely cool. Then put in refrigerator until ready to serve.

Budino del paradiso/Paradise Pudding


Ingredienti per 8 budini

300 gr zucchero
300 gr mandorle pelate
buccia grattugiata 1 arancia
400 ml succo di arancia
4 cucchiai passito
8 uova

Per il caramello

200 gr zucchero
4 cucchiai succo di arancia
qualche goccia di limone

Preparate il caramello mettendo in un pentolino dal fondo pesante tutti gli ingredienti e facendo cuocere a fuoco bassissimo fino a che lo zucchero si sarà completamente sciolto e avrà preso un colore bruno.
Versate il caramello sul fondo degli stampini e mettete da parte.
Accendete il forno a 180 gradi.
Frullate le mandorle con 2 cucchiai di zucchero fino a che non saranno ridotte quasi a farina.
In una ciotola grande, battete le uova con il restante zucchero, poi aggiungete il succo di arancia e il passito. Aggiungete infine le mandorle tritate.
Versate il composto negli stampini e copriteli con un foglio di stagnola. Mettete gli stampini in una leccarda o in una pirofila e aggiungete l'acqua necessaria per la cottura a bagno maria.
Cuocete in forno per 45 minuti poi togliete la carta stagnola e proseguite la cottura per altri 25 minuti.
Sfornate e lasciate raffreddare completamente i budini. Poi mettetteli in frigo fino al momento di servire.

Budino del paradiso/Paradise Pudding

39 commenti:

  1. capisco perchè lo si chiama budino del paradiso... ;) bellissimo complimenti sembra venuto buonissimo ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh già, nel mangiarlo ho quasi raggiunto il paradiso!!

      Elimina
  2. looks divine..excellent presentation..
    Tasty Appetite

    RispondiElimina
  3. amici e cibo :) sono semplici questi budini e devono essere anche buonissimi! ciao cara!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La preparazione è davvero semplice e il risultato merita veramente!

      Elimina
  4. L'aspetto è così invitante, con mandorle e succo d'arancia deve essere delizioso!
    Buon inizio settimana!

    RispondiElimina
  5. Besides the heat my friend, it sounds like a fabulous holiday :)
    This desser looks ridiculously delicious :)

    Cheers
    Choc Chip Uru

    RispondiElimina
    Risposte
    1. It was a great holiday and Ferrara is a stunning Reinassance city!

      Elimina
  6. Wow this looks so delicious and creamy. Can't wait to try it.- Carolina
    http://lacucinaprimadona.blogspot.com

    RispondiElimina
  7. sounds like a fabulous vacation! and this is gorgeous - just beautiful and looks so wonderfully creamy and delicious!

    RispondiElimina
  8. Mi sembra quasi di sentire da qui il profumo di arancia e mandorle.
    Che abbinamento meraviglioso.
    Ottima idea.
    Buona settimana!

    RispondiElimina
  9. io ho avuto la fortuna di assaggiarlo e posso testimoniarlo. Era ottimo. brava elena!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie Sere, peccato fosse diverso da quello che abbiamo mangiato a Ferrara. Abbiamo una missione da compiere!

      Elimina
  10. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  11. Anche io ho avuto il piacere di mangiarlo,molto buono...brava amore!!!
    Il tuo Johnny

    RispondiElimina
  12. Che bel budino, meravigliosa la foto! Ti faccio i complimenti per il blog, ho dato un'occhiatina e ci dono delle ricette interessanti e sfiziosissime come i biscotti infradito, troppo carini! Mi sono iscritta subito e ti invito a passare anche dal nostro blog, sarai la benvenuta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie mille Mariangela, faccio subito un salto da te!

      Elimina
  13. Scusa tesoro,sono stato io a eliminare il mio commento...

    RispondiElimina
  14. That looks SO yummy! I wanna reach out and get it! =D

    RispondiElimina
  15. che delizia metti sopra il caffè che faccio un assaggio

    RispondiElimina
  16. ciao, già solo il nome del ristorante mi ispira tantissimo se poi hai mangiato questa delizia ancor di più. non conosco la cucina ebraica, occasione buona per provare a sperimentarla... buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se ti capita di andare a Ferrara, te la consiglio vivamente. sia il cibo che i gestori sono splendidi!

      Elimina
  17. Mai stata a Ferrara..questo budino è divino!bello complimentissimi cara!Notte un abbraccione

    RispondiElimina
  18. Ma che bellezza! Da provare assolutamente, un connubio molto invitante!
    Mi segno anche questo posticino, non si sa mai che passi di lì!

    Nadia - Alte Forchette -

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero che ti capiti di andarci: Ferrara è una città splendida!

      Elimina