mercoledì 21 maggio 2014

Focaccia pugliese

Focaccia pugliese

Last Saturday I spent a lot of time in the kitchen. My fresh gnocchi were sadly alone, without a sauce even if they deserved something equally delicate and genuine: then I opted for a fresh tomato sauce. Cherry tomatoes, basil, garlic, olive oil and ... after a while in the kitchen  a great aroma was wafting! 
While the sauce was cooking, I realized that I had in the fridge a large basket of strawberries that were likely to spoil. I had to think of something quick to prepare - I didn't want to spend the entire weekend in the kitchen - and suitable for the season. 
Luckily I was equipped for a strawberries fruit salad with whipped cream: just had to use these ingredients in a different way, add some jelly and after half an hour I was putting in the fridge a very pink strawberry jelly to firm up! 
Once I had prepared and eaten my gnocchi, I started to think: and now, what about the remaining sauce? 
Brief consultation with my husband and then the decision: pizza. 
So Saturday night, in spite of calories, we had a crunchy margherita pizza (the one and only pizza). 
Like a vicious circle, if the pizza came out from the sauce , what would come out from the remaining pizza dough? A tribute to my hubby origins: the traditional focaccia from Puglia, the one that I present to you today! 

Lo scorso sabato è stato un giorno di grande lavoro in cucina. Avevo degli gnocchi freschi rimasti senza sugo che meritavano qualcosa di altrettanto delicato e genuino: ho deciso quindi di preparare del sugo di pomodoro fresco. Pomodori pachino, basilico, aglio, olio e via... dopo poco in cucina si spandeva un ottimo profumo!
Mentre il sugo cuoceva, mi sono accorta che avevo in frigo un grande cestino di fragole che rischiavano di andare a male. Dovevo pensare a qualcosa di veloce preparazione - non avevo voglia di passare l'intero fine settimana in cucina - e di adatto alla stagione.
Per fortuna mi ero attrezzata per mangiare le fragole in macedonia con la panna, mi è bastato usare in modo diverso gli ingredienti, aggiungere colla di pesce ed ecco che dopo mezz'ora potevo mettere in frigo a rassodare una rosissima gelatina di fragole!
Una volta evasa la pratica gnocchi (preparati e mangiati), che fare del sugo avanzato?
Breve consulto con mio marito e poi la decisione: pizza.
Così sabato sera, in barba al conto delle calorie, una bella teglia di pizza margherita (la vera, la migliore!). E come in un circolo vizioso, se dall'avanzo di sugo è arrivata la pizza, dall'avanzo di impasto cosa ne avremmo fatto arrivare?
Un omaggio alle origini di mio marito: la tradizionale focaccia pugliese, quella che vi presento oggi!


mattarelli/dough rollers*

Focaccia pugliese 

5 cups flour "00"
25 gr. brewer's yeast
10/12 cherry tomatoes
oregano
2 big potatoes
1 Tbs extra virgin olive oil
salt

Wash, peel and cut the potatoes into chunks. Boil the potatoes in salted water and, once cooked, mash with a masher. 
Mix the mashed potatoes with the flour, the brewer's yeast dissolved in a glass of water, olive oil and salt. 
Knead until you have a smooth, springy dough, so let rise for about an hour.
Place the dough in a large flour-dusted bowl and flour the top of it. Cover the bowl with a damp cloth and place in a warm place for about 1 hour until the dough has doubled in size. 
When the dough is ready, roll it out on a greased baking tray, making sure to distribute it over the entire surface.
Cut the tomatoes in half and place on the dough, then take a sprinkling of oregano and bake in preheated oven for about 15 minutes at 390 ° F.  


Focaccia pugliese
 
500 g di farina 
25 g di lievito di birra 
10/12 pomodorini ciliegini
origano q.b. 
1 cucchiaio di olio extravergine d’oliva 
200 g di patate  
sale q.b.  

Per questa gustosa ricetta iniziate a lavare, sbucciare e tagliare le patate a tocchetti. Bollitele in acqua salata e, una volta cotte, schiacciatele con il passapatate.
Unite le patate schiacciate alla farina, al lievito sciolto in un bicchiere d’acqua, all’olio d’oliva e al sale. Cercate di amalgamare l’impasto fin quando non assume una elasticità buona, quindi lasciatelo lievitare per un'ora circa.

Quando l'impasto sarà cresciuto, stendetelo su una teglia unta d'olio facendo attenzione a distribuirlo uniformemente su tutta la superficie.
Tagliate i pomodorini a metà e posizionateli sull’impasto, poi date una spolverata di origano e infornate in forno già caldo per circa 15 minuti a 200°C.
La focaccia a fine cottura deve risultare molto dorata e alta circa 6-7 centimetri. 


* photo by Shannon

12 commenti:

  1. mhhhhh...una fettinaaaaa ...oraaaaa!!
    ahahah!!che bontà cavoli!
    complimenti che bel blog! mi sono unita ai tuoi lettori fissi! se ti va di passare da me e se ti fa piacere ricambiare io ne sarei felicissima!!=)
    a presto buona serata vale

    RispondiElimina
  2. io la faccio senza patate, la ricetta me l'ha data una signora di Bari forse cambia di zona in zona, quindi devo solo provare :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Probabile che la ricetta vari a seconda delle zone. Le patate certo danno una meravigliosa morbidezza. Fammi sapere!

      Elimina
  3. This focaccio looks divine, I can imagine it doesn't even need a filling :D
    Delicious!

    Cheers
    Choc Chip Uru

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No it doesn't need a filling, we don't use it here in Italy!

      Elimina
  4. This looks delicious and I'm pinning this so I can give this a try. I know my youngest will love the tomatoes on it. Thanks for sharing on The Weekend Social.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Thanks to you, Erlene. I've just stopped by your site and I loved it!

      Elimina
  5. una fetta ci starebbe bene ..
    L'afferro al volo.
    Un abbraccio.
    Inco

    RispondiElimina
  6. Ma la foto della focaccia, che in effetti è una barese, non ha niente a che vedere con la tua ricetta, vero?

    RispondiElimina
  7. No, ho dato la mia ricetta per una collaborazione con un portale (se guardi bene nel testo c'è un link). Bravo, che occhio!

    RispondiElimina